Google  Bing   

Google  Bing   

Ultimo numero della Rivista

In questo numero
  • Editoriale: Il nuovo atlante delle nubi.
  • Climatologia: Osservatorio sul global warming - Continua la discesa della temperatura globale.
  • Climatologia: Il tempo nel mediterraneo.
  • Didattica: Il fulmine (Parte prima).
  • Didattica: Alcune considerazioni sul fattore wind chill a Genova.
  • Didattica: Stabilità ed instabilità atmosferica (Parte nona)
  • Meteorologia d'altri tempi: Lucrezio e i fulmini.
Notizie di attualità

27 SETTEMBRE 2023
Violenta tempesta nel sud del Brasile – 5 set
Nei primi giorni di settembre, nello stato brasiliano di Rio Grande do Sul, la cui capitale è Porto Alegre, un intenso ciclone extratropicale ha causato inondazioni estese e la morte di almeno 16 persone e l’evacuazione di 2300 abitanti dalla città di Mucum.

Piogge estreme e inondazioni a Hong Kong e Cina meridionale – 8 set
Forti piogge a Hong Kong e nel sud della Cina hanno allagato durante la notte del 7 settembre strade della città e alcune stazioni della metropolitana, con centinaia di persone evacuate e due morti segnalati nella città ex possedimento britannico e altri 7 nel paese. A Hong Kong sono caduti in un’ora, tra le 23 e mezzanotte 157.1 mm, nuovo record stabilito dall’inizio delle misurazioni nel 1884. Nella regione del Guangdong sono morte 7 persone e altre disperse a causa di frane; nella città di Shenzhen, in 24 ore sono caduti 467.4 mm, nuovo record da inizio misurazioni nel 1952.

Europa inondata dalla tempesta Daniel – 5-7 set
Nella prima settimana di settembre inondazioni hanno colpito le regioni meridionali dell’Europa. In Spagna le esondazioni hanno colpito la regione di Toledo dove si sono registrati durante l’evento quasi 180 mm di pioggia caduta. In Grecia si sono avuti i danni maggiori con la perdita di 16 vite umane; nella città di Zagora nella provincia di Volos, se i dati saranno confermati, sono caduti in 24 ore 754.1 mm. Anche Turchia, con sette vittime, e Bulgaria, con quattro, sono state interessate a questa ondata di maltempo.

Inondazioni in Libia lasciano Derna zona disastrata. Migliaia di morti e dispersi – 11-13 set
Un disastro senza precedenti si è abbattuto sulla Libia. A causa delle forti precipitazioni dovute allo stesso ciclone extratropicale che colpito la Grecia, due dighe poste nell’entroterra di Derna, città della Cirenaica di circa 89.000 abitanti, sono state abbattute e una massa di acqua immensa è precipitata lungo il wadi che giunge in città radendo al suolo un grandissimo numero di edifici. Fonti ufficiale affermano che il numero di vittime accertato fino ad ore è di circa 11.000 ma vi sono ancora almeno 10.000 persone di cui non si ha notizia. Anche in altre aree della regione si contano vittime. A Bayda, posta a 80 km a ovest di Derna ma nell’entroterra, misure ancora non ufficiali riportano la caduta di 414 mm di pioggia tra il 10 e l’11 settembre.
5 SETTEMBRE 2023
Intense precipitazioni il 27 e 28 agosto
Le intense precipitazioni che hanno interessato la Liguria nei giorni 27 e 28 agosto scorso, in particolare la notte fra questi due giorni, pur avendo carattere estremo non hanno provocato gravi danni. Vi è da osservare dal punto di vista meteorologico che, in alcune stazioni delle valli genovesi del Bisagno e del Polcevera e della parte più alta delle valli Trebbia e Scrivia, hanno avuto un’intensità che rappresenta il record orario e di 24 ore per il mese di agosto. Osservando la mappa allegata risulta evidente la classica distribuzione del massimo di precipitazione che colpisce una fascia relativamente ristretta di territorio, la quale si prolunga in direzione dell’entroterra, tipica degli eventi alluvionali che colpiscono il versante marittimo ligure. A livello regionale, al Castellaccio del Righi, sulle alture di Genova, è stato misurato il massimo di pioggia caduta in un’ora con 79.2 mm, e in 24 ore con 227.0 mm.

 




Meteopercorso

Che cosa è

La Rivista Ligure di Meteorologia e il Gruppo meteo sezionale del CAI Ligure hanno messo in linea il MeteoPercorso, un aiuto liberamente utilizzabile per favorire una corretta preparazione meteorologica di un'attività all'aperto impegnativa. Il riferimento diretto è alla montagna, ma inteso sempre in senso lato perché le regole base per la preparazione meteo sono sostanzialmente simili in tutti gli ambienti.
Stazione Meteorologica

Dal 1977 è in funzione la stazione meteorologica di Genova-Staglieno. Inizialmente per i soli dati della pioggia, ma da aprile dell'anno 2000  è stata dotata di una stazione automatica DAVIS Vantage 2 Pro senza però abbandonare il pluviometro manuale.
Ultimamente è entrata a far parte delle stazioni meteorologiche utilizzate dall'ISTAT.


Atlante delle nubi

L'atlante delle nubi da noi proposto si attiene rigorosamente alla nomenclatura in latino definita da Luke Howard e oggi affidata all'Organizzazione Meteorologica Mondiale.
Ogni nube è diversa da un’altra, anche se sono della stessa specie e varietà, di conseguenza è facile confonderle.
Per questo motivo troverete per ogni specie molte immagini di nubi, in modo da poterne valutare i vari aspetti.
Ogni immagine di nubi è inserita in un reticolo alfanumerico per poter meglio individuare le varie tipologie di nubi presenti.
L'atlante è fruibile con qualunque device, dal PC desktop, ai tablet, agli smart phone, ecc., chiunque con qualunque device può consultarlo.
Mars Weather

Il 5 agosto 2012 il rover Curiosity è atterrato su Marte all'interno del Gale Crater, la stazione di monitoraggio ambientale a bordo ha da subito cominciato a raccogliere e trasmettere dati sulle condizioni meteorologiche di Marte.


Il 30 luglio 2020 la NASA ha lanciato con successo la missione Mars 2020 su Marte, l'atterraggio si è verificato il 18 febbraio 2021 nel Cratere Jezero con il rover Perseverance.
Il rover è equipaggiato con una stazione ambientale denominata MEDA (Mars Environmental Dynamics Analyzer), raccoglie misurazioni atmosferiche che forniscono un bollettino meteorologico regolare dal cratere Jezero.


Webcam Genova - Staglieno
 
Puntamento NE

Puntamento SW








Club Alpino Italiano
Sezione Ligure Genova
 

 

I redattori e i collaboratori si ritrovano in sezione il mercoledì dalle 17.30 alle 18.30.
Le riunioni sono aperte a tutti.

Galleria Mazzini 7/3
16121 Genova
Tel. 0039 10 592122




Redazione
Gian Carlo Nardi
Roberto Pedemonte
Massimo Riso
Diego Rosa

Web Master
Massimo Riso

Grafica
Massimo Riso

Collaboratori
Andrea Del Ponte
Docente di latino e di greco, classicista, fondatore del Liceo Classico Rinascimentale online.

Claudio Monteverde
Presidente e direttore dell'osservatorio meteorologico, agrario, geologico Prof. Don Gian Carlo Raffaelli a Bargone

Luca Onorato
Centro Funzionale Meteo Idrologico di Protezione Civile della Regione Liguria (CFMI-PC di ARPAL) 





Scrivi alla rivista:

Foto di copertina:
Tramontana bianca
Genova vista dal Monte Rama 1148 m
Foto: Massimo Riso, 30-12-2013